martedì 10 dicembre 2019

CineCalendario natalizio #10

Buondì, amici rilucenti di candido fulgore!
Seguitemi dunque in questa odierna bizzarria!
Cliccate, orsù.




"Baby, look at me
and tell me what you see"


Un paio di baffoni


"You ain't seen the best of me yet"


Sperèm. Intanto ci stanno ancora i baffoni.


"Give me time
I'll make you forget the rest"


Ah, adesso sì che si ragiona!


"Baby, hold me tight
'Cause you can make it right"


Sì, Ken, sì!


"I can catch the moon in my hand
Don't you know who I am
"


Ma quale luna...


"Remember (or do not remember) my name"


"Fame!
I'm gonna live forever"


"I'm gonna learn how to fly, high!"


Ah, ma stai cantando la sigla di "Saranno Famosi"!

E io che credevo...

Ma lo potevi dire subito, Ken, che sei un fan del telefilm!

Anche io!




Chi non è stato un fan del telefilm "Saranno Famosi"? Io ne andavo pazza! Non era estate se non si guardava "Saranno Famosi"!

Chi non si ricorda la memorabile sigla? All'inizio veniva usata pure nel programma Amici di Maria De Filippi, programma che si chiamava proprio "Saranno Famosi" e che poi ha dovuto cambiare nome per via del diritti d'autore legati al telefilm.

Ed ecco che oggi compiono gli anni la splendida Nia Peeples, l'indimenticata Nicole del telefilm, e Sir Kenneth Branagh, dotatissimo attore e regista, che solo per oggi si è prestato a cantare la sigla.

In questo post lo potete ammirare in fotogrammi tratti dai seguenti film "Assassinio sull'Orient Express", "Casa Shakespeare", "Frankenstein di Mary Shelley", "Hamlet", "Harry Potter e la camera segreta".

lunedì 9 dicembre 2019

CineCalendario natalizio #9

Buon inizio di settimana, amici cine-cinetici
Oggi è il turno di un compleanno super speciale, di quelli che capitano raramente. Eccolo qua, il festeggiato:



Kirk Douglas, la star che ha assistito e vissuto da protagonista praticamente tutte le fasi di Hollywood.

Tempo fa girava la 10 years challenge. Che poi, challenge de che? In cosa consisteva la sfida? Nel vedere se avevi più o meno panza di 10 anni prima? Più o meno capelli? Più o meno rughe? Bah.

Comunque, io rilancio e propongo una 10 x 10 years challenge, che più che challenge è un voyage: Viaggio 10 x 10! Pronti via!

3
L'infante Kirk si chiamava all'epoca Issur Danielovitch e veniva probabilmente chiamato Izzy Demsky. Era figlio di immigrati provenienti da quella che è l'attuale Bielorussia. Nei primi anni l'infante Kirk non se la passava molto bene perché la famiglia era numerosa e i soldi erano pochi.
13
Il non più infante Kirk continuava a essere chiamato Izzy e nel frattempo faceva uno dei 40 lavori che ha fatto prima di iniziare a recitare.
23
A 23 anni Izzy, non ancora Kirk, si diploma al college.
33
Il ragazzo Kirk, che a questo punto si chiama legalmente Kirk Douglas, recita in due film "Lettera a tre mogli" e, come protagonista ne "Il grande campione", dove interpreta un pugile non proprio simpaticissimo. Per questa interpretazione ottiene la prima nomination all'oscar. Inoltre fa anche il suo debutto a Broadway.
43
Anche a 43 anni fa due film: "Il giorno della vendetta", dove interpreta uno sceriffo a cui hanno stuprato e ucciso la moglie indiana, e "Il discepolo del diavolo". Probabilmente stava già girando o perlomeno si stava preparando per "Spartacus" che è uscito l'anno dopo.


53
A 53 anni recita in un solo film:"Il compromesso". Fa un ruolo tormentato e il film non riscuote molto successo, ma la sua co-protagonista Faye Dunaway difende e loda la recitazione di Kirk.
63
A 63 anni fa un vecchio fuorilegge nel film "Jack del cactus" con - udite, udite - Arnold Schwarzenegger.
73
A 73 anni non gira film però ha appena finito di scrivere la sua autobiografia.
83
Anche a 83 anni gira "Diamonds" dove interpreta un ex pugile. Nel film vengono utilizzati spezzoni del suo film di 50 anni prima "Il campione". Fa una seconda cerimonia del Bar-Mitzvah, essendo ebreo. Inoltra pubblica un libro sugli eroi della Bibbia. L'American Film Institute lo inserisce al 17° posto tra le più grandi star del cinema statunitense.
93
Avendo interpretato l'ultimo film l'anno precedente, probabilmente si gode un po' di riposo anche se fa discorsi legati alla salute, avendo avuto anni prima un infarto che gli aveva causato difficoltà nel parlare. Esce un documentario su di lui e con lui: "Kirk Douglas: Before I forget". Riceve un Britannia Award e fa un discorso in omaggio al figlio all'AFI Life Achievement Award.


103
E a 103 anni è qui che brinda con noi!


Auguri Kirk, alla prossima 10 x 10!

domenica 8 dicembre 2019

CineCalendario natalizio #8

Buona domenica a voi tutti amici dei calendari cine-avventizi!
Oggi vi mostro una carrellata di boccucce che appartengono tutte alla festeggiata odierna.
Vedete un po' se capite chi è, ma non temete perché ci saranno i soliti indizi.




Allora che ne pensate? (A parte che la qualità delle immagini
fa un po' schifo.)

Non temete che ora partiamo subito con gli indizi.

Questa attrice ha fatto impazzire gli uomini negli anni '80
in un film in cui in qualche modo c'entrava lui:


Invece quest'altro lui ha fatto impazzire me nel film in cui recitava con lei:

Caro Bats, portami nella tua batcaverna e non dimenticarti di mettere
la musica di Danny Elfman nella bat-autoradio

Lei ha poi fatto impazzire quest'altro, ma anche lei è impazzita per lui, e forse questo impazzimento non ha sempre avuto risvolti piacevoli per nessuno dei due:


Ci siete a questo punto?

guarda!


Ecco qua la nostra Kim Basinger, l'icona secsi degli anni '80!

La canzone Joe Cocker è diventata ormai la colonna sonora di ogni spogliarello che si rispetti.

E in Batman, era il suo personaggio di Vicky Vale ad avere la fortuna di andare nella batcaverna con la musica di Danny Elfman nella bat-autoradio.

Che ne pensate di Kim Basinger?

Vi convinceva? Non vi convinceva?

Per oggi è tutto. Alla prossima!

sabato 7 dicembre 2019

CineCalendario natalizio #7


Buon sabato! Oggi non vi dico niente se non che a volte, certe cose, ritornano....




Eccolo qua, il nostro C. Thomas Howell, che ci ha insegnato a non dare passaggi agli autostoppisti sconosciuti.

Oggi compie 53 anni e a quanto mi risulta fa serie de paura. Ma anche serie marinare. O forse serie marinare di paura. Non lo so, non ho tempo di guardare i film, figuriamoci le serie.

Ma comunque il caro Thomas (o forse dovrei chiamarlo C.?) mi dà il pretesto per riproporre una horror locandina che voi avete molto amato e cioè questa:


Più la guardo e più mi piace.
Ma cosa ne pensa la seconda festeggiata di oggi? Vediamo:



Mmmh, non so, dalla faccia non mi sembra molto convinta. Non credo che il fantastico poster di Cupid's Arrow le piaccia.

Comunque, l'avete riconosciuta? Vi dico solo di pensare alle telenovele argentine anni '80. E non venite a dirmi che non guardavate le telenove argentine anni '80 e dunque non sapete chi è. Nemmeno io guardavo le telenovele, ma davano la pubblicità ogni pochi secondi.

Per oggi è tutto, amigos.




Foto di Howell: By Peabody Awards - Peabody_cm_0200, CC BY 2.0
https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=32786425

venerdì 6 dicembre 2019

CineCalendario natalizio #6


Buon venerdì! Oggi sarete voi a scegliere il festeggiato o la festeggiata di cui volete scoprire il compleanno! Ok, andate e cliccate a volontà sulle scelte che preferite!

Tom Hulce
Eccolo qua, l'indimenticato Mozart dello stupendo Amadeus di Forman. Hulce ottenne la nomination all'oscar per quella parte, ma la statuetta venne vinta proprio da Murray F. Abraham che in quel film interpretò il "rivale" Salieri. Quasi una trama per un altro film.
riprova
NICK PARK
Che uno dice: ma chi è? Un parcheggiatore?
No, è nientepopodimenoche il creatore di Wallace & Gromit, Galline in fuga e Shaun the Sheep.

Io penso sia l'uomo più paziente dell'universo, ad animare in stop motion i suoi pupazzi di argilla.
riprova
Thom Barry
E non ce lo vogliamo ricordare il detectivone seniorone di Cold Case - Delitti irrisolti? (E secondo me qualcuno tra i lettori si ricorderà di lui per altri motivi).
riprova
Vuoi:
Uno che è stato nominato all'oscar
Uno che no
Vuoi:
Inglese
Americano
Agnes Moorehead
Forse il nome non vi dirà granché, ma questa attrice ha recitato in numerosissimi film della vecchia Hollywood.

Forse qualcuno si ricorderà del film Disney "Il segreto di Pollyanna". Lei faceva la burbera signora Snow che se ne stava sempre a letto a lamentarsi.

E vorrei citare anche l'episodio, quasi senza dialogo, di "Ai confini della realtà", dove lei interpretava una donna che vive sola in una casa sperduta. Un giorno le entra in casa un minuscolo disco volante da cui escono degli omini che la attaccano con delle pistole a raggi laser. La donna ingaggia un'aspra lotta con gli omini e alla fine ha la meglio a suon di ramazzate. Alla fine salta fuori che il disco volante proviene dalla Terra e che la donna è un esemplare gigante di razza umanoide. Scritto da Richard Matheson.
riprova
Vuoi:
Un gran diva del passato
Una normale attrice del presente
Lindsay Price
Questa attrice verrà riconosciuta subito da chi guardava il telefilm "Beverly Hills 90210". Lei era quella che era riuscita a far accasare l'impenitente Steve Sanders interpretato da Ian Ziering, che voi amanti dei film d'azzzzzzione ben conoscete.
riprova
Giulio Base
Sinceramente non sono molto ferrata su Giulio Base, per cui l'unica cosa che posso dirvi è che oggi compie 55 anni.
riprova
Vuoi:
Attore
Non attore
Vuoi:
Non italiano
Italiano
Vuoi:
Un uomo
Una donna
Vuoi:
Una americana
Una non americana
Sergio Corbucci
Regista molto prolifico, ha fatto ogni sorta di genere cinematografico, dagli anni '50 a fine '80. Molto facile che abbiate visto qualcosa di suo.

E comunque Tarantino ci informa che Corbucci è uno dei massimi esponenti dello spaghetti western e a quanto pare Django è il suo film preferito. Aspettavamo proprio che ce lo dicesse Tarantino.
riprova
Vuoi:
Un regista
o no
Maestro Roberto Pregadio
Sì, proprio lui! Il mitico maestro Pregadio della Corrida di Corrado. Il maestro ha scritto moltissima musica per film e ha la sua pagina imdb regolamentare.
riprova
Noemi Gifuni
Attrice e soprattutto doppiatrice, quindi per me ammantata di mistero. Il suo nome ho visto innumerevoli volte nei titoli di coda. E negli anni '80 guardavo la soap opera "Quando si ama", dove lei faceva anche la direttrice del doppiaggio e vedevo il suo nome ogni giorno nella sigla. Noemi Gifuni, Noemi Gifuni...un nome particolare che diventa quasi un mantra. E voi la conoscete Noemi Gifuni?
riprova
Vuoi:
Una italiana
Una giapponese
Sayaka Ohara
Voi sapete chi è? Io no. Ho solo oggi scoperto che è una doppiatrice di moltissimi anime e voi che siete appassionati è giusto che la conosciate.

E poi ha un nome simpatico.
riprova