venerdì 14 febbraio 2020

Mentre l'Academy dà gli Oscar, la Civetta assegna un...

Buongiorno a voi, cari amici cinefili e non. Siete sopravvissuti indenni alla notte degli Oscar? Io sì, anche perché ho scoperto soltanto lunedì mattina che la notte prima c'era stata la premiazione. Sono proprio una cinefila sempre sul pezzo!

Comunque non ho tutta questa fretta di vedere i film degli Oscar. L'ultimo che ho visto è stato "La forma dell'acqua" che mi ha provocato una reazione simile a quella del pubblico di Murph e i Magic Tones durante la canzone "Quando, Quando, Quando" all'Holiday Inn. Per essere anche voi partecipi di tale entusiasmo, potete guardare il video che purtroppo non mi parte al punto giusto, dovrebbe farlo al secondo 31 ma non lo fa.




Dunque, dicevamo, se non ho guardato i film degli Oscar, a quale perla cinematografica avrò dedicato la mia attenzione? Con quale delizia filmica ho deciso di trastullarmi?

Nessuna.
Nessuna perla cinematografica.
Nessuna delizia filmica.
Solo un filmucolo che è risultato essere moscio, ma così moscio, che molto probabilmente è il film più moscio degli ultimi vent'anni e ho deciso di dedicargli un premio apposito: il mOSCiAR Award.

E vi dico anche che esiste perfino un collegamento tra il filmoscio e il filmitico dei Blues Brothers. Il collegamento risiede nella persona di Dan Aykroyd e mentre sto scrivendo mi chiedo come sia possibile che il vecchio Dan si sia fatto convincere a partecipare alla mosciata che tra poco vi presento.

Bando alle ciance: cliccate sulla foto del premio e procedete!


Ordunque, il giorno 2 dicembre, compleanno di Britney Spears, ho avuto uno scambio di commenti con l'attuale scambista/ricambista di visite (così dice lui) Emanuele che mi ha istigato a vedere Crossroads (2002), l'unico film che vede come protagonista la nota cantante. Ebbene, dopo due mesi, ho raccolto la sfida e mi sono decisa a guardare il filmaccio per vedere a che livello di schifezza si assesta. Della serie, non mi bastano le puttanate che già mi escono con gli alea-sorteggi, no, me le vado anche a cercare.

Addentriamoci dunque nella storia proposta dal film, perché so che non vedete l'ora.
Ebbene, nella prima scena vediamo tre bambine che di notte, in un prato, stanno scavando una buca con l'intenzione di seppellirci dentro un cofanetto contenente degli oggetti che rappresentano i loro desideri. Sono oggetti segretissimi che nemmeno l'un con l'altra se li vogliono mostrare. Chissà che robe saranno. Comunque le bambine mettono gli oggetti in questo cofanetto (decorato con disegni fintamente infantili, ma molto probabilmente realizzati da 3-4 grafici), seppelliscono il tutto, facendo la promessa di disseppellirlo dopo 8 anni, il giorno del diploma (pensa se una la bocciavano, tu non lo puoi disseppellire gne gne, sei rimasta indietro).

E andiamo dunque subitissimo al giorno del diploma e scopriamo che una delle bambine è ora Britney Spears che, invece di prepararsi per la cerimonia, sta ballando sul letto in canotta e mutande, con lo stereo che spara a palla "Open Your Heart to Me" di Madonna. Di solito i film con i cantanti sono solo dei pretesti per far cantare i cantanti o quantomeno per proporre le loro canzoni ogni due per tre. Qui no. Qui i cineasti se ne guardano bene dal farci sentire le canzoni della Britney. In tutto il film, ci fanno sentire solo quella mosciata di "I'm Not a Girl, Not Yet a Woman" per almeno 3 volte e poi "Overprotected" nei titoli di coda. Una botta di vita proprio.

Britney in cameretta canta con un cucchiaio per microfono

Insomma, la Britney è in mutande a perdere tempo, ma ci pensa suo padre (Dan Aykroyd) a darle una smossa. Dai primi minuti di film, capiamo che Dan è un padre single perché la madre se ne è andata via quando Britney aveva tre anni. Non solo, Dan è una specie di padre-padrone, ma ovviamente, vista la sua faccia pacioccona, non si deve pensare che sia un uomo violento e dispotico. È più una specie di Gran Mogol, che con piglio da Giovane Marmotta, sprona la figlia a essere studiosa, giudiziosa e assennata e soprattutto a studiare medicina all'università. Ma con la figlia moscia che si ritrova, papà Dan non deve fare chissà quale sforzo. Più che ribellarsi, la Britney ha le crisi di mezza età e, subito prima del ballo del diploma, dice al padre cose del tipo: "Ho sempre solo studiato, studiato, studiato e non sono mai andata alle feste, in giro con gli amici, a vedere il football... la vita è tutta qui? Mi sento giù, ma forse è solo la pressione dovuta dal troppo studio." Mitica la risposta del padre: "Ma a te nemmeno piace il football!"


Adesso non mi dirai che ti piace il football? E poi cosa, la birra?

Ma arriviamo alla sera del ballo post-diploma e facciamo conoscenza delle altre due ex-bambine e ora ragazze: una è incinta e single, mentre l'altra è una supergnocca ma stronza. Le tre ragazze non sono più molto amiche e solo quella incinta vorrebbe andare a disseppellire la famosa scatola nel prato. Britney sulle prime rifiuta perché è impegnata a mostrarsi di nuovo in mutande e reggiseno, nel tentativo di perdere la verginità con un suo amico, anch'egli vergine e preoccupatissimo di arrivare al college senza aver mai inzuppato il biscotto. Sai gli sfottò che riceverebbe.
La supergnocca invece è troppo gnocca per andare a fare una cosa così stupida come disseppellire scatole. Chiamala scema.

Ma il film non può andare avanti se prima tutte e tre non andranno davvero a disseppellire 'sta benedetta scatola. Anche noi siamo curiozzizzimi di vedere cosa c'è dentro, giusto? E allora su ragazze, scavate, scavate, lordatevi col fango l'abito da sera. Vi voglio proprio vedere con quelle scarpette da prom night come spingete la vanga nel terreno!
Ah, no, non si vede niente. Il passaggio tra il prima e il dopo dello scavo viene rappresentato con un fantastico effetto dissolvenza.

Ok, apriamo 'sta scatola. La superbellona - che poi sarebbe Zoe Saldana - estrae... la Barbie sposa!! Il suo desiderio era quello di sposarsi e infatti sembrerebbe in procinto di realizzarlo, dal momento che è fidanzata con un tizio che ora sta studiando in California (già avete capito come sta studiando).
Britney estrae dal cofanetto un lucchetto con una foto di lei insieme alla madre. Il suo desiderio sarebbe quello di andarla a cercare, ma il Gran Mogol Dan è assolutamente contrario.
La ragazza incinta (che poi è interpretata da Taryn Manning, già vista ma non so dove) invece aveva come desiderio quello di uscire dal buco di cittadina in cui vive e andare in California.

"Eh, adesso che sei incinta sarà un po' difficile", le dicono le altre due, ma lei, a sorpresa, estrae dalla borsa un foglio spiegazzato dove c'è scritto che un'etichetta discografica californiana sta facendo delle audizioni e... lei ci vuole andare! Andrà in California facendosi dare un passaggio da un tizio a caso di cui si vocifera che sia stato in galera per aver ucciso qualcuno. Ammazza che ideona intelligente.

Ovviamente le altre due ragazze colgono la palla al balzo e si uniscono alla spedizione perché Britney vuole farsi lasciare in Arizona dove vive questa fantomatica madre, mentre l'altra vuole andare a fare una sorpresina al fidanzato.

Ora finalmente facciamo la conoscenza del belloccio di turno, perché mica può mancare quello che si spupazzerà la Britney! Leggo su imdb che l'attore in questione - Anson Mount - non voleva accettare il ruolo perché riteneva che sia il film che il ruolo fossero troppo "cheesy and lame", che io tradurrei proprio con "dozzinali e mosci". Ecco, bravo, aveva capito tutto. E allora perché ha accettato? Ha accettato perché Robert DeNiro, con cui in quel momento stava facendo un film, era un fan di Britney Spears e quindi lo ha convinto a prendere parte al filmaccio cheesy and lame. Neanche del vecchio Robert ci si può fidare più.

Il belloccio alla guida. In balia di tre ragazze, riuscirà anche
a farsi venire una crisi di nervi.
"Stai parlando con me? E' con me che stai parlando"


Bene, è il momento di andare tutti quanti in California e credo che chiunque, se pigliasse la macchina in Georgia e guidasse fino a Los Angeles, avrebbe un viaggio più interessante di quello che ci fanno vedere nel film. Mangiano, guidano, litigano, vanno in hotel puzzolenti, tornano a guidare e in macchina tentano di convincere il belloccio, amante del  rock, ad ascoltare musica pop (ma non di Britney Spears). Poi le ragazze ritornano amiche perché si confidano le loro tragedie personeli e la Britney ha una storiella col belloccio. Sul finale c'è qualche drammone stile Beautiful, ma poi trionfa uno sbiadito lieto fine.

C'è un momento in cui il film poteva prendere una piega strana e cioè quando Britney va a casa della madre, la quale non è esattamente contentissima di vederla. Le due hanno uno scambio imbarazzato di convenevoli durante i quali la madre continua a inserire il suo nome in ogni frase: "Vuoi da bere Lucy?", "Siediti, Lucy", "Perché sei qui Lucy?" Perfino Britney/Lucy si meraviglia, fa una faccia strana e le chiede perché continua a ripetere il suo nome in quel modo. La madre in effetti ha un'espressione un po' psicotica. Giuro che per un breve attimo ho pensato che avrebbe tirato fuori un coltello da Psycho e avrebbe estratto un cadavere impagliato da sotto il divano.

Sotto l'aspetto da Kim Cattral della madre, si nasconderà
forse un rettile umanoide?


Invece non è successo niente del genere e tutto è proseguito in modo noioso e moscio. Britney veramente ha poca presenza scenica. Nei video dell'epoca mi sembrava meglio, più carica e grintosa, qui invece veramente piatta. Le altre due attrici la superano senza dubbio come recitazione e personalità. Per fare un esempio, negli ultimi minuti, il Gran Mogol va a Los Angeles per riportare a casa Britney e le altre. Lei tutto il tempo fa la faccia rassegnata e poi, improvvisamente, dà al padre il suo ciondolo e gli comunica che vuole rimanere lì, ma lo fa senza cambiare minimamente faccia e tono di voce. Che se uno non sente l'audio pensa che lei gli dica: "To', portamelo un po' dal gioielliere che mi si apre sempre il fermaglio e rischio di perderlo."

Anche i momenti canori sono proprio deludenti. C'è una scena in cui i protagonisti devono racimolare soldi per riparare la macchina e vanno in un bar dove c'è una specie di gara di karaoke in cui si possono vincere tutti i soldi delle mance. La ragazza incinta si propone come cantante, mentre le altre due dovrebbero fare da coriste. Naturalmente, la ragazza si emoziona e non riesce a proseguire e al suo posto va Britney che canta "I Love Rock'n'Roll" in maniera veramente insipida. La voce si sente a stento, ma è la grinta proprio a mancare. Lei non fa molto di più che canticchiare e dimenarsi un po' in microgonna e maglietta succinta.

Non si pretende mica chissà che filmone, ma almeno che si cerchi di sfruttare quello che si ha: hai un cantante? Fagli qualche numero che spacchi tutto, che almeno l'aspetto musicale sia di intrattenimento e soddisfi i fan! Anche i film di Elvis non erano questi capolavori, ma almeno i numeri musicali erano belli. Oddio, Elvis era anche Elvis, e sinceramente non posso neanche lontanamente paragonare Britney Spears a lui, però comunque sono delusa. Pensavo che un minimo di carisma in più la bionda cantante ce lo avesse.

Le due espressioni di Britney: con il cappello e senza cappello

 Basta, finiamola qua. Il prossimo film che vedrò sarà stupendo.

Immagine dell'Oscar triste presa da http://www.latinomagazine.com/spring2016/hollywood-feature.html

17 commenti:

  1. Dovresti dire a Ema che ti deve una botte di una bevanda a tua scelta, dopo questa sfida XD

    Comunque, pensa che dai tempi in cui partecipavano entrambe a una specie di Bim Bum Bam con Topolino, hanno sempre cercato di montare una rivalità tra Britney e la Aguileira.
    Per me è follia, come voce e tecnica sono in due campionati totalmente diversi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaah, una bella botte di rum piratesco, per farcisi un bel po' di Cuba Libre!
      La Aguilera senz'altro meglio, non c'è paragone. Mi son sempre chiesta in realtà perché Britney abbia avuto tutto quel successo. Forse rappresenta una specie di ragazza della porta accanto che dovrebbe piacere proprio per quel motivo. Mah, mi rimane comunque incomprensibile. Perfin le Spice Girls erano meglio.

      Elimina
  2. Il film sembra effettivamente di una mosceria davvero singolare, ma il post in compenso è davvero brillante 💙 Per come lo racconti mi sembra di capire che ad essere davvero mosci fossero soprattutto regista e sceneggiatore - oltre all'addetto alla colonna sonora, ma a dire il vero se hai tra le mani una che canta come Britney Spears ma soprattutto che canta le canzoni di Britney Spears parti con un handicap non da poco, e forse puntare su Madonna non è pensata male.
    Giusto due giorni fa dopo tanti anni che non ci pensavo mi sono andata a guardare il video di "I'm not a girl" trasecolando per la totale mosceria sia del video che della canzone - che pure ricordo benissimo che all'epoca mi piaceva molto, come pure qualche altra canzone di Britney. E boh, son misteri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, di solito i film schifezza sono quelli più facili per scriverci su un post demolitorio, anche se avrei voluto che fosse meno moscio. Credo che qualsiasi episodio dei telefilm che andavano in onda all'epoca, tipo Beverly Hills, Melrose Place, Party of Five ecc, sia stato più frizzante di questo film qua.
      Anche io avevo una percezione migliore della Britney, mi sembrava che qualche canzone fosse più gradevole, tipo "Oops, I did it again", ad esempio. Ascoltabili senza tagliarti le vene. Forse sono cambiati i tempi e ora vanno di moda canzoni meno melense, forse è il sound che è cambiato e moscerie tipo "I'm not a girl" non ci sono più.
      Mi ricordo che all'epoca avevo guardato una trasmissione di Britney che incontrava le sue fans singolarmente. C'era lei seduta su un divano insieme a una ragazza emozionatissima che le piangeva in faccia e le diceva che voleva essere come lei. Io avevo pensato che, dal punto di vista estetico, la fan era carina come la Britney, se non di più. L'elemente estetico, per quanto mi riguarda, è l'ultima cosa da prendere in considerazione, ma nel mondo dello spettacolo e del pop in particolare, è fondamentale. E ho avuto la sensazione che moltissime delle fan di Britney avrebbero veramente potuto essere al posto di lei perché di sicuro più brave nel canto e con più personalità. A tutt'oggi non mi spiego il grande successo da lei avuto. Capisco che fai "One more time" e fai il botto, ma poi la cosa dovrebbe finire lì. E invece...

      Elimina
  3. Ci voleva Britney per far tornare la CineCivetta a gracchiare! :-D
    Contentissimo di ritrovarti e sono morto più volte durante la recensione: credo che nessuno, neanche in America, abbia dedicato così tante parole ad un film sbagliatissimo: malgrado non sia andato affatto male (se anche solo i fan sono andati a vederlo, all'epoca parliamo di un botto di gente!) la carriera d'attrice di Britney è finita lì, a parte comparsate qua e là (quasi sempre nei panni di se stessa).
    All'epoca ho visto il film perché ero abbonato al neonato Sky e volevo spernacchiare la cantantina: a sorpresa, non trovai nulla da dire. Perché non c'era nulla di nulla. Un film vuoto che riecheggiava nel vuoto.
    Se no altro m'ha fatto rimpiangere i nostri musicarelli, che la RAI manda in onda in pratica ogni giorno: da Al Bano a Rita Pavone, erano filmetti divertenti costruiti dichiaratamente attorno ad una canzone di successo del momento. "In ginocchio da te", "Cuore matto", non dovevi neanche leggere la trama, il titolo ti faceva già capire tutto: era un filmetto vario dove il cantante del momento sfoggiava la sua hit.
    Però di solito il cantante era un ciocco di legno stagionato, e quindi si riempiva la scena di bravi attori e caratteristi che tutti insieme reggevano il film, mentre il cantantino doveva solo muovere le labbra in playback.
    Lo stesso per Elvis, che raramente stava in scena da solo: gli si affiancava qualche bravo attore, qualche bella par suo (spesso cantante e ballerina professionista), un caratterista noto (nel film in cui Elvis fa il pugile ad allenarlo c'è Charles Bronson!) e il film va via liscio.
    Perché per Britney non l'hanno fatto? Perché chiamare attori noti solo in ruoli inutili di pochi secondi? Perché non farle cantare le sue hit, che era l'unico motivo per cui gli spettatori avevano pagato il biglietto?
    Il mio timore è che "Crossroads" non sia un musicarello: sia un drammatico film vero, con cui la Britney voleva passare da semplice cantante ad attrice... Per fortuna il già morente cinema ha evitato questa pallottola :-D

    Ah, se non ricordo male all'epoca la manager della cantante era Shania Twain, e infatti durante il viaggio in auto le ragazze cantano "Man! I Feel Like a Woman!", una sua hit dell'epoca. E' il paradosso: la cantante famosa fa un film in cui canta la canzone della sua manager :-D

    P.S.
    Anson Mount non era ancora Anson Mount, il bel tenebroso, aveva appena cominciato a lavorare nel cinema e faceva particine in giro: gli arriva la proposta di fare un film con la star del momento e vuole rifiutare? Addirittura ne avrebbe parlato con De Niro? E' vero, stava girando con lui "Colpevole d'omicidio" ma in un ruolo minore: la storia mi sa tanto di aneddoto alla Manuel Fantoni. "Ne parlavo l'altro giorno con De Niro, e gli ho detto: a Bobbe, ma tu che dici, 'ooo faccio 'sto film o noooooo faccio?" :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahaha, son contenta se ti sei fatto du' risate, ma pure tu me le hai fatte fare pensando ad Anson "Manuel" Mount XD XD. In effetti potrebbe essere proprio come dici tu: saresti l'unico uomo in un film con la star planetaria e avresti una visibilità pazzesca e tu rifiuti? Certo che anche il fatto che Bobbe fosse fan di Britney mi sembra anche strano. Ma te lo vedi ad ascoltare "Born to make you happy"? Cioè, un cinquantenne che ascolta canzoni del genere? Tutto può essere, per carità, ma mi sembra una cosa così strana.

      E' inspiegabile la "strategia" (o la sua assenza) adottata per questo film. Potrebbe essere proprio come dici, cioè lei voleva fare il salto da cantante ad attrice, ma cavolo, comunque non si può affidamento solo su di lei, non ha le capacità per sostenere un film insesistente. E' vero che le hanno affiancato le altre due attrici che in definitiva reggono loro il film, però anche loro non possono fare l'impossibile.

      Mi ricordo che avevo visto un film di Elvis (Fun in Acapulco) dove c'erano lui e Ursula Andress, mamma mia erano entrambi di una bellezza assurda. Se non altro c'era la componente fascinosa-sexy. Già qualcosa. Poi c'è l'aspetto musicale che regge bene e mettici pure che quei filmetti anni '60 avevano quello stile scanzonato, con i caratteristi che hai detto, e tutto fila gradevolmente. Ti dimentichi il film dopo due secondi che l'hai visto, ma almeno non ti tagli le vene durante la visione.


      Sììììì c'èra proprio quella canzone di Shania Twain! hahaha, e poi non c'era anche Madonna dietro Britney a livello produttivo? Ma sì, non mettiamoci le canzoni della cantante protagonista, mettiamoci quelle delle manager/produttrici!

      Elimina
  4. Ahaha ma che razza di film è?
    Ma soprattutto... Dan che si presta a questa cosa?
    Voglio assolutamente vedere i disegni infantili finti presenti sulla scatola^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhhaha non ti ricordi che lo pubblicizzavano? io penso che prima o poi su Italia 1 lo abbiano dato.
      Ma veramente non so perché Dan abbia accettato e credo fosse anche convinto. Su imdb ho letto che lui aveva addrittura inventato una sorta di biografia per il suo personaggio e si era addirittura fatto fare un finto tatuaggio che doveva rappresentare il suo passato militare, o qualcosa del genere. Ma alla fine il suo personaggio non ha tutto questo spazio, anzi.
      ahahah, se vuoi vedere la scatola devi sorbirti il film :D anche se a dire il vero, saresti fortunato perché appare nei primissimi minuti e quindi potresti evitare di vedere tutto il resto. Tra l'altro, nel ruolo di Britney da piccola c'è sua sorella Jamie Lyn.

      Elimina
  5. La Forma dell'Acqua ha fatto lo stesso effetto anche a me... pensavo di essere il solo! Du' palle! Come direbbe la Mazzamauro.
    Ahahah lo hai fatto davvero! 😆
    Complimenti perché dalle tua parole traspare tutta la mosceria della pellicola! Ne ha risentito un po' anche il tuo post, che mi ha fatto sempre ridere ma in modo moscio 😂
    Interessante l'aneddoto sul belloccio e Bob.
    I film del Re non avevano 'sta grande trama ma recitava decisamente meglio. Ma la supera anche il nostro Nino nazionale! Forse se la gioca con Albano, soprattutto a mosceria! 😝

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No,no, non sei l'unico a non aver apprezzato La forma dell'acqua. Se clicchi sul link col titolo vai al divertentissimo pezzo di Lucius dove vedi come lo ha fatto a fette, quel film. Io ho trovato quel film molto finto, molto retorico e non mi ha appassionato. E' un peccato quando parti da un messaggio positivo ma lo trasmetti in modo patinato, didascalico, banale. Anche emotivamente non mi ha preso. Ok, basta, mi fermo.

      Bisogna stare attenti al morbo del moscio, è pericoloso! Anche adesso che sto scrivendo il commento, sento le dita ammosciarsiofnlsòskl... vanno per conto loro.

      Decisamente i film del Re non erano poi sto granché, ma lui aveva se non altro un notevole carisma, cosa che non sono mai riuscita a trovare nella Britney. Chissà, forse per i maschietti è diverso. Però Madonna, pur non piacendomi particolarmente, aveva tutt'altro fascino.

      Cavolo! Dovrò guardare prima o poi (molto poi) "Uno scugnizzo a New York"! Forse è davvero meglio di Crossroads! Ma tra qualche anno forse ce la farò a guardarne uno, ma non garantisco. Forse la notte, in caso di insonnia...

      Elimina
    2. Prima o poi la leggerò la sua recensione. Già che mi dici che lo ha fatto a fette è un motivo in più per leggerla... un po' come per Joker, dalla valanga di recensioni di cineblogger, ho letto solo quella che ne ha parlato male, solo che il film non l'ho visto, a differenza de La Froma Dell'Acqua (du' palle anche per scrivere il titolo.
      Comunque concordo sulle tue considerazioni.

      Ahahaha io ti sto rispondendo con una sola mano, l'altra mi serve insieme al braccio per sorreggere la testa, tra uno sbadiglio e l'altro!

      Di Madonna ho visto solo Dick Tracy ma 30 anni fa e non me lo ricordo poi molto. Evita, essendo un musical, mai visto.

      Guarda, ho sempre snobbato Nino ma qualche anno fa, così per passatempo, per tenere la TV accesa mentre si faceva l'aperitivo, ne abbiamo visto uno e da allora, la mia fidanzata ed io, siamo diventati suoi grandi fan 😂 Decisamente rivalutato! Lui, come attore, era quello che era (faceva sempre la parte di se stesso ma fanno lo stesso tanti attori attuali di successo tipo Bisio o De Luigi) però i film hanno delle trame che ti catturano, inizi per gioco ma riesci a concluderlo senza rendertene conto. E te lo dico io che schifo la musica neomelodica napotelana!

      Elimina
    3. Intanto mi permetto di ricordare la mia recensione del film "Il bagnato mondo di Amélie", che altri chiamano "Shape of Water" :-D
      Se avessi recensito "Joker" ne avrei parlato, ma avrebbe anche voluto dire che c'era qualcosa di cui parlare, il che non è: è solo il simbolo del Nulla che sta inghiottendo il cinema e la mente degli spettatori. Basta fare due boccacce per essere considerati il più grande attore vivente. Fossi in Phoenix mi incazzerei a morte e insulterei chi recensisce il film scrivendo solo la frase "Phoenix è bravissimo": sono vent'anni che è un bravissimo attore, perché se ne sono accorti tutti solo ora? Forse perché ora va di moda dirlo?
      "Joker" è il Vuoto con il Nulla intorno e infatti le uniche due frasi che usano per recensirlo sono: "Phoenix è bravissimo", "C'è pure De Niro". Nessuna delle due c'entra nulla né con il film né con il cinema.

      Madonna all'inizio dei Novanta ci ha dato giù forte col cinema come fosse l'ultima divetta di provincia: e all'epoca era molto più Madonna di oggi! E' vero, il cinema dei primi Novanta era un baraccone ricchissimo dove a fare anche il più sfigato dei filmetti portavi a casa compensi da capogiro, ma la nostra povera Ciccone non è riuscita dove stelline mille volte peggio di lei hanno sfondato.
      Per me la sua parte migliore è in "Ragazze vincenti" (1992) perché fa solo uno dei tanti ruoli ed è senza lustrini: una semplice ragazza in un cast tutto femminile, guidato da una Geena Davis in stato di grazie. Unito ad una splendida sceneggiatura, è un film che merita di essere visto.
      Ovviamente il mio consiglio di cuore è "Occhi di serpente" (1993) dove Abel Ferrara distrugge Madonna senza pietà, e secondo me la Ciccone ci mette anima e sangue in una sceneggiatura non certo facile.
      Proprio l'altro giorno su IRIS è passato "Travolti dal destino" (2002) dove Madonna e Adriano Giannini danno misero e vergognoso spettacolo di sé: roba da denuncia penale. L'essere stato uno dei più titanici flop della storia del cinema (costato 10 milioni di dollari non ha incassato manco un milione in tutto il mondo!) spero abbia fatto capire che Madonna al cinema non funziona: non è il suo mondo.

      Elimina
  6. Tu sei troppo simpatica. Sì, perché continui a infliggerti queste mazzate con film di questo tipo e lo sai. Mi fai troppo ridere, Kuku.
    Io della Britney ho un ricordo carino. Avevo 26 anni e m'ero appena sposata, venendo ad abitare nel Lazio dal sud. Non avendo né amici né lavoro, me ne stavo ore, giorni interi anzi, dinanzi a MTV, quel bel canale che poi chiusero. Era l'anno di "Baby one more time", e io l'adoravo. Nonostante lei fosse appena adolescente e io una che andava verso i trenta. Col tempo la vidi trasformarsi prima in panterona e poi in una pseudodiva che non mi piacque più. Per altro rimasi malissimo quando piantò quel tipo molto carino, il cantante di una boyband che poi divenne celebre da solo.
    Insomma, la Britney appartiene a quel lontano passato lì, a quei pomeriggi di patatine e aranciata dinanzi alla tv, da sola, nel pieno del mio abbrutimento. :)
    P. S. Grazie per quelle parole per me, quelle in alto a destra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, grazie mille, troppo gentile. Devo effettivamente smetterla con queste cineputtanate. Ma avevo la flebile speranza che questo film fosse meglio, che fosse uno di quei film dimenticabilissimi che però ti guardi con un minimo di piacere. Invece proprio zero.

      Io soprattutto alla fine degli anni '80, e per una decina d'anni, ho passato ore a guardare video sull'allora VideoMusic e anche su MTV inglese che si vedeva non so su quale rete locale. Mi ricordo della European Top Chart della domenica mattina e mi ricordo dei vari presentatori tra cui c'era anche Enrico Silvestrin. Poi mi ricordo di Steve Blame che diceva: "Hi, this is Steve Blame and you're watching MTV news". Era un periodo in cui mi piaceva molto guardare i video, poi invece mi sono venuti in odio perché mi paiono tutti uguali. All'inizio erano molto inventivi invece. E i primi video della Britney me li ricordo abbastanza bene. "Baby one more time" era molto gradevole, si è meritata il successo che ha avuto, ma già i singoli dopo mi sembravano sul moscio. Mi ricordo che "Sometimes" o "Born to make you happy" già tendevano alla stracciamutandata, ma nei video c'erano quei ballettini, che quella volta tolleravo e che ora invece odio, che forse toglievano un po' l'effetto melenso. Comunque erano altri tempi, mi sa. Poi, come hai detto tu, l'hanno trasformata da ragazzina "acqua e sapone" in diva sexy, con tanto di pitoni. Si vede che, crescendo lei in età, dovevano trovare un'altra chiave per proporla al pubblico. Ma questi son tutti meccanismi del pop che proprio non mi piacciono per niente, tutta sovrastruttura messa sopra il nulla musicale. Da adolescente in parte mi piaceva, ma ora non sopporto più niente. Sono diventata una grumpy woman criticatutto :D
      E' vero! Era stata con Justin Timberlake! Ah, ma lo aveva mollato lei? Pensavo fosse una cosa di comune accordo, non sapevo i retroscena. Adesso lui è sposato con Jessica Biel lei invece non ho capito.
      Britney+patatine+aranciata+tv.. come sei riuscita a uscire dal tunnel?
      Le parole per te in alto a destra te le meriti tutte.

      Elimina
  7. Dovevano dare a me la sceneggiatura, vedi che ti realizzavo...
    Le tre vanno ad aprire la scatola e dentro ci trovano la testa della loro quarta amica, che avevano ucciso otto anni prima.
    Poi cominciano ad arrivare biglietti con scritto: "SO COSA AVETE FATTO".
    Poi ne arrivano degli altri con scritto: "E COMUNQUE "OPS I DID IT AGAIN" FA CAGARE"
    Alla fine si scopre che è il belloccio, il fratello della quarta ragazza, uscito dopo otto anni da un ospedale psichiatrico per vendicarla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah, fantastico! E il biglietto con "E COMUNQUE "OPS I DID IT AGAIN" FA CAGARE" sarebbe fenomenale! E guarda, si incastrerebbe anche nella trama, perché il belloccio non sopporta le canzoni che le ragazze gli fanno sentire, quindi lui come vendicatore, anche musicale, cascherebbe a fagiolo.
      Comunque la sceneggiatrice del film sceneggia anche Grey's Anatomy che io non ho mai visto, ma presumo sia meglio del film.

      Elimina
    2. Ah ha ha ha ha XD
      È pure già pronto per farci lo Scary Movie... mettici anche Quattro amiche e un paio di jeans, Annabelle e Rahazze nel pallone 3 e si scrive da solo XD

      Elimina